PRENOTAZIONI

Contattaci
per prenotare una visita negli studi di VERONA
o DESENZANO DEL GARDA.

Reflusso: un nuovo test non invasivo






La patologia da reflusso gastroesofageo può essere responsabile di numerosi disturbi anche invalidanti. (vedi articolo).

Sino ad oggi la diagnostica si basa su esami radiologici o sulla ph-metria esofagea sulle 24 h (un esame importante ma invasivo dovendo portare un sondino nasogastrico appunto per 24 h).

Il nostro ospedale è il primo ed unico centro in Italia ad avere adottato una tecnologia rivoluzionarie e mini-invasiva, denominata PEP TEST  .

Il PEP TEST si basa sulla possibilità di identificare, tramite una reazione chimica,  la presenza di una sostanza definita PEPSINA nella saliva, nella secrezione nasale o bronchiale.

La PEPSINA  nel corpo umano è presente normalmente solo nelle secrezioni gastriche.

Ovviamente il riscontro di tale enzima nel cavo orale al mattino dimostra con certezza che il paziente durante la notte, anche senza averne avuto coscienza, ha subito dei rigurgiti di succhi gastrici che dallo stomaco sono arrivati in bocca.

Poichè una patologia da reflusso misconosciuta può inficiare gli esiti delle cure per le sinusiti, indurre otiti recidivanti, causare tossi persistenti e laringo-faringiti croniche, la disponibilità di un test veloce e non invasivo è essenziale per avviare una corretta terapia.

L'esame viene eseguito raccogliendo una piccola quantità di saliva (o secrezioni nasali al mattino) a digiuno.

Il risultato è disponibile entro 24 ore senza alcun disagio per il paziente.