Le micosi dei seni paranasali (i funghi nel naso)

TAC micetomaI funghi possono dare infezioni in varie parti del corpo. Le più comuni sono le micosi della pelle (dermatomicosi) o delle mucose (il mughetto nei bambini, le vaginiti da candida nelle donne). Più raramente e per lo più in persone immunodepresse i funghi possono causare micosi che interessano organi interni, che possono avere decorsi molto gravi.

In campo ORL le più comuni forme di infezioni micotiche si riscontrano nei seni paranasali e nell’orecchio esterno.

Si tratta di infezioni causate per lo più da funghi della famiglia degli aspergilli (aspergillus niger o aspergillus fumigatus). I funghi della famiglia Aspergillus sono molto diffusi in natura e crescono spesso su cibi come i cereali specialmente se carichi di umidità (silos per l’alimentazione del bestiame), alimenti dimenticati in frigo e sulle pareti umide delle case.

Le aspergillosi normalmente sono patologie fastidiose ma non gravi, vanno tuttavia debellate poiché il fungo può propagarsi agli organi interni, come il polmone, e inoltre va ricordato che alcune specie di questi funghi producono aflatossine estremamente tossiche in particolare per il fegato con un potenziale cancerogeno. Ulteriori dettagli su https://it.wikipedia.org/wiki/Aflatossina.

Nei seni paranasali i funghi causano delle infezioni che hanno un decorso lungo e si caratterizzano per la scarsa sintomatologia rispetto alla reale estensione dell’infestazione. I pazienti accusano per lo più solamente un senso di ostruzione nasale e la percezione di cattivi odori nel naso.

L’esame ORL consente di evidenziale la presenza di muco-pus nel naso, la diagnosi viene poi posta con la TAC (come illustrato nella prima immagine) che mostra frequentemente un opacamento totale del seno mascellare con, al suo interno, delle immagini più chiare riferibili ai nuclei delle masse fungine.

Analizziamo il perché delle micosi nasali.

Nel grande maggioranze dei casi si tratta di pazienti che, molti anni prima, hanno subito dei trattamenti odontoiatrici con otturazioni a base di amalgama. L’amalgama è una sostanza che contiene varie frazioni metalliche tra cui mercurio, argento, stagno, rame e zinco.

A volte accade che, durante l’otturazione di premolari o di primi molari superiori le cui radici aggettano nel seno mascellare, piccoli frammenti di amalgama cadano all’interno del seno stesso, diventando catalitici per la crescita del fungo che è “avido” di metalli. Pertanto, lentamente, intorno al frammento di amalgama crescono eventuali elementi di aspergillus presenti nell’aria che respiriamo, favoriti inoltre dall’ambiente caldo ed umido del seno mascellare.

Per completezza, occorre dire che, anche se raramente, le aspergillosi dei seni paranasali possono manifestarsi anche in altre strutture, come il seno sfenoidale, senza alcun rapporto con il meccanismo prima citato e legato all’amalgama.

Terapia

Esistono diversi farmaci antimicotici, tuttavia, per eradicare una micosi dei seni paranasali occorrerebbe un trattamento protratto per molti mesi, che risulterebbe estremamente tossico per il fegato.Le micosi dei seni paranasali - visione endoscopica

Per tale motivo la terapia di elezione consiste nell’eradicazione chirurgica tramite un intervento video-endoscopico durante il quale il fungo viene rimosso e la cavità del seno mascellare detersa.

Nei mesi successivi, lo specialista ORL dovrà eseguire dei controlli endoscopici per sincerarsi che non si verifiche una recidiva della patologia; solo raramente è necessario abbinare un trattamento farmacologico.

Chiudi il menu
it_ITItalian
it_ITItalian