PRENOTAZIONI

Contattaci
per prenotare una visita negli studi di VERONA
o DESENZANO DEL GARDA.

Informazione sull'intervento chirurgico di adenotonsillectomia


Gentile Paziente,

Lei/il suo bambino dovrà essere sottoposto ad un intervento di ADENOTONSILLECTOMIA. Si tratta di un'operazione di routine, che viene eseguita con tecniche avanzate e collaudate su milioni di pazienti.

Trattandosi di un atto chirurgico, sono possibili alcune complicanze quali, in ordine di frequenza:

•    Emorragia: si distingue una forma  precoce intra-operatoria o post-operatoria  per sanguinamento di vasi che possono avere calibro o decorso anomalo ed una forma  tardiva, tra la settima-dodicesima giornata, dovuta alla caduta delle escare.
La probabilità che avvenga un sanguinamento  in presenza di normali valori della coagulazione è molto bassa. Per evitare l'insorgenza di emorragie dopo la dimissione è opportuno non esporre a riscaldamento la testa (niente docce o bagni caldi) e non fare attività fisiche che possano causare l'aumento della pressione sanguigna (sforzi fisici, giochi troppo vivaci) fino alla visita di controllo. Non si devono inoltre somministrare farmaci, in particolare l'aspirina ed i suoi derivati, senza avere consultato i sanitari e non bisogna fumare nel periodo di convalescenza.

•    Rinolalia aperta: rara complicazione, per lo più a carattere transitorio, consiste in una temporanea modifica del timbro vocale, dovuta ad insufficienza del velo palatino (palato molle), soprattutto in seguito ad asportazione di adenoidi molto voluminose.

•    Retrazioni cicatriziali abnormi del palato molle.

•    Perforazioni di uno od entrambi i pilastri tonsillari visibili all’ispezione del cavo orale, ma di scarsa rilevanza clinica.

L’intervento comporta in genere un modesto dolore postoperatorio, ben controllato dalla terapia analgesica che Le verrà somministrata.
La ripresa della normale attività lavorativa può avvenire in media 15 giorni dopo la dimissione.