Coronavirus: aggiornamento 21 febbraio 2020

Anche in Italia si stanno presentando i primi focolai di infezione da Coronavirus. Non siamo di fronte ad una diffusione epidemica, tuttavia ritengo opportuno consigliare a tutti i miei pazienti di elevare il livello di guardia. L’evoluzione della malattia sta dimostrando che i portatori sani giocano un ruolo molto importante nella diffusione del virus e sono ben più pericolosi dei pazienti con malattia conclamata, facilmente identificabili. Per tale motivo, consiglio prudenzialmente di evitare contatti stretti con persone che si sono recate in Cina e nella zona della Corea del Nord nel mese di gennaio e febbraio, anche se apparentemente in ottima salute. Sinceramente, ritengo che al momento, finché non sarà chiara la mappa della diffusione del focolaio, sia prudente evitare di soggiornare in luoghi affollati come bar, ristoranti e cinema nei comuni dell’hinterland milanese e nella città di Milano. Non bisogna farsi prendere dal panico, tuttavia questa epidemia ci deve indurre al momento a comportamenti più attenti ed adeguati alla situazione in cui ci troviamo. Al momento non è ancora necessario avviare una terapia preventiva, seguiranno aggiornamenti in base all’evoluzione della situazione.